Archivio tag: roma

#assembleaPd

Ho seguito buona parte della diretta video dell’assemblea del PD di oggi a Roma.
Ovviamente l’ho seguita anche via twitter con l’hashtag #assembleapd ed ecco le impressioni che mi rimagono:
  • Il numero di volte che ho sentito “abbiamo mandato a casa Berlusconi” descrive parte del distacco della realtà che si vive in questo partito in questo momento.
  • Il conteggio manuale dei voti fa tanto circolo arci ma non di certo partito riformista. E quel passaggio con tutti i votanti con le mani in alto e la durata stessa dei conteggi è un’immagine che non mi lascerà facilmente. Infine l’audio del presidente Bindi sembra più che altro ricordare come si gioca a battaglia navale (“F37,H40…”). E credo che non abbandonerà non solamente il sottoscritto considerando che non dovrei esser stato l’unico a guardare la diretta, soprattutto perché #assembleapd è stato in cima ai twitter trend per buona parte della giornata
  • La conduzione della seduta da parte del presidente (sempre Rosi Bindi) era piena di sufficienza e si adattava più ad una sagra paesana che ad un’assemblea di partito.
Per il resto credo veramente che il PD abbia fatto uno sforzo di una certa importanza aprendosi eccezionalmente a queste nuove primarie non previste dallo statuto. Rimane un partito che sulla carta dovrebbe essere migliore di come poi si rivela, pur rimanendo l’unico che prova a fare delle votazioni primarie abbastanza serie.

Nonostante tutto la differenza tra vecchio e nuovo è sempre più marcata e anche se non porterà ad una frattura dichiarata, sicuramente traspare delle azioni che le differenze al suo interno presenti. Sperando, al solito, che possano esser una forza e non una debolezza.

Menzione d’onore per Fassino che ha fatto il discorso migliore di tutta la giornata.

E passo falso di Renzi, grande assente, che avrebbe dovuto essere presente in questo momento.

Quotidiana odissea ferroviaria

Giornata infernale quella di oggi per arrivare al lavoro grazie a Trenitalia.
Il mio tragitto è Roma Tuscolana – Muratella sulla linea FR1 in direzione Fiumicino Aeroporto.

Tempo stimato: 19'.

Invece è accaduto quanto segue:
Il treno 21741 è soppresso, anzi limitato a "Roma Smistamento" e ci arriva con 35 min di ritardo.
Il treno 21743 è atteso a Roma Tuscolana alle 8.42 ma accusa prima 10, poi 20 e infine 25 minuti di ritardo.
Ovviamente gli si accoda il 21745 delle 8.57, considerando che la frequenza dovrebbe essere 15'.
Il capostazione segnala tramite altoparlante che il treno 21745 segue immediatamente il 21743 e che andrà a Fiumicino Aeroporto.
Stessa indicazione è presente sul tabellone elettronico. Il 21743 è ovviamente carico come un carro di bestiame, salgo quindi sul 21745.
E' meno affollato del 21743 ma contrariamente alle indicazioni ricevute termina la corsa a Roma Ostiense e il capotreno ci invita a salire sul treno seguente, il 21747.

Concludo il mio tragitto in 1h20'.

Se non fosse ancora chiaro Trenitalia pecca di attenzione verso l'utenza, comunicazione e gestione delle criticità. Ma del resto non c'è alternativa se non il mezzo privato.

Seguono screenshot dal sito viaggiatreno. Continua a leggere

Luttazzi – ‘Va dove ti porta il clito’

In realtà è andata così:

Ho riso i primi minuti, poi la serie interminabile di freddure condite da volgarità a tratti veramente gratuite hanno iniziato a stancarmi.

Dal riso, son passato al sorriso, per finire alla noia passando per l’indifferenza.

Mi aspettavo qualcosa di più elaborato (passatemi il termine) anche perché ho notato, ancora meglio di come lo si possa fare attraverso la tv,  la sua capacità scenica. Spazialità, posizione del corpo, gestione della voce e canto di notevole caratura.. riesce a trasmettere concetti buffi e stati d’animo con un semplice rapido gesto.

Mai più pizza 'dal bersagliere'

Questa sera pizza a domicilio, la pigrizia la fa da padrona.. ma la scelta non è stata delle più felici. "Dal Bersagliere", via Maria Ausiliatrice, 41 Roma, pizza piccolissima, fredda, in ritrardo di 20 minuti e con una differenza di € 0,50 sull'ultimo listino distribuito nel quartiere. Pessima scelta.