Archivio tag: 2012

Le débat

Manca oramai poco, anzi pochissimo al dibattito che potrebbe esser l’ultimo atto di una campagna elettorale mai eccessiva e a quanto pare un po’ sottotono ma comunque determinante per il futuro della Francia e probabilmente di tutta Europa.
Seguendo quanto accaduto al primo turno e secondo quanto prevedono i sondaggi

L’appuntamento è per le 20.50 sui due canali principali televisivi (TF1 e France2), sulle tante radio ma soprattutto sulle dirette video e testo su internet, assoluta protagonista della campagna. Durata prevista 2h.

A Parigi c’è poca gente in giro, i supermercati sono stati presi d’assalto per l’acquisto di birra, patatine e non si trova più una baguette in giro. Come nella migliore tradizione durante le partire dei mondiali di calcio, ci si raduna a casa di qualcuno per una visione di gruppo.

L’hasthag twitter è ovviamente #debat che si declina anche in #ledebat, #debat2012 e #presidentielle2012.

Marine Le Pen sarà lo spettro presente nella sala dove tutto sembra pensato per il confort tra i due sfidanti, temperatura compresa.

Come per ogni elezione, dal 1974, il dibattito televisivo tra i due candidati arrivati al ballottaggio è sempre uno, ma quest’anno Sarkozy aveva proposto di farne ben tre in meno di due settimane, ben conscio che sullo scontro diretto è mediaticamente più aggressivo rispetto ad Hollande.

Qui di seguito un paio di incontri tra i due leader tra quelli più popolari su youtube:

Per chi volesse seguire il dibattito dall’estero, magari dall’Italia ecco qualche link:
Dailymotion
lefigaro.fr (testo)
lemonde.fr (testo)

Contro il previsto astensionismo alle presidenziali 2012 in Francia

Per combattere l’alta percentuale di astensionismo prevista per le presidenziali di domenica prossima c’è una mobilitazione comlpeta da parte di tutte le forze politiche.
Domenica scorsa, dai rispettivi palchi, sia Hollande che Sarkozy invitavano ripetutamente il pubblico a recarsi alle urne.
A rafforzare il messaggio, ci sono delle campagne pubblicitarie che catturano facilmente l’attenzione.
Sono organizzate da una specifica associazione conto l’astensionismo (AACC).
Ecco qualche immagine delle diverse campagne che si trovano in giro per le città francesi o sui quotidiani:

Troppo_giovane“Io sono troppo giovane per votare. E tu? Tu sei troppo cosa?”

“Astenermi (dal voto) non ha reso migliore la mia vita”

Inoltre è molto pubblicizzato il voto per procura.
Se non si è vicini al seggio elettorale durante le date delle votazioni, sia per ragioni di salute che per un semplice viaggio, è possibile indicare una persona di fiducia che voti in propria vece.

Ecco la pagina ufficiale del ministero dell’interno: il voto per procura.