Archivio mensile:aprile 2012

Perdersi l’ #IJF12.

Contrariamente a quanto avvenuto negli ultimi anni, questa volta non mi è stato possible esser presente all’International Journalist Festival di Perugia.
Era per me un appuntamento fisso e imperdibile negli ultimi 3 anni. Un rito da compiersi in una primavera (quasi)  sempre molto generosa con i giornalisti e con Perugia. Ero cosciente che il cambiamento di vita che sto affrontando mi avrebbe portato ad alcune privazioni e a una libertà di spostamento limitata in questi primi mesi ma avrei comunque desiderato che questi giorni rimanessero un caposaldo dei miei to do.
Mai avrei immaginato, neanche un mese fa, che questo week end non sarei riuscito a passeggiare per corso Vannucci, sempre di corsa tra un appuntamento in agenda e un altro, tra uno scambio di opionioni casuale mentre si è in fila davanti al Pavone e qualche chiacchera con gli amici.
Amici che quest’anno sono presenti in quantità notevole, soprattutto per via della contaminazione subita: parlo loro dell’IJF non so quante volte e probabilmente, pur di darmi soddisfazione hanno previsto di fare un salto: chi solo il fine settimana, chi dal 25 Aprile approfittando del ponte, chi solo per qualche ora.
Peccato non poter esser color, peccato non poter andare a trovare la mia amica che solitamente mi ospita e con la quale il sabato mattina compiamo un rito di una super colazione casalinga.
L’IJF  è uno degli eventi piu’ coinvolgenti, non solo per i giornalisti ma anche per quel pubblico che è interessato al mondo dell’informazione e che tramite essa cerca di leggere meglio il mondo e gli eventi che continuamente lo modificano.
Quando poi è il sistema dell’informazione a cambiare, come in questo caso, l’entropia è quadratica.
Ad ogni modo, è tale la ‘sofferenza’ che non apro un sito di informazione italiana,  non un blog, non una pagina facebook che mi riporti gli eventi che scorrono in queste ore, una news o una foto del sole che sta illuminando queste giornate.
Detto cio’, rinnovo i soliti ma sempre meritati complimenti ad Arianna per la realizzazione di tutto questo, anno dopo anno il confermare questa manifestazione è una grande sfida.
Mi chiedo, ma si puo’ parlare di sindrome da #IJF o sto semplicemente rosicando?

Présidentielle France 2012

In queste ore in Francia si sono aperti i seggi e i francesi si stanno recando alle urne per votare il presidente della Repubblica.
Ne approfitto per raccontarvi il mio piccolo tour da spettatore non votante ai meeting di questi giorni dei principali candidati a questo turno elettorale.
Domenica scorsa Francois Hollande e Nicolas Sarkozy hanno organizzato alla stessa ora e in due piazze diverse, il loro incontro parigino con i votanti.
Hollande
Non essendo dotato di poteri soprannaturali ho dovuto scegliere tra i due leader e sono andato a vedere il candidato del PS e con la scusa ho conosciuto una parte di città a me ancora ignota: il castello di Vincennes, a est di Parigi.
La capienza della piazza era notevole, più o meno come piazza San Giovanni a Roma.
Lo spazio era riempito da migliaia di persone ma non era gremito come potrebbe sembrare dalle foto. Da metà in poi si stava molto larghi.

Contro il previsto astensionismo alle presidenziali 2012 in Francia

Per combattere l’alta percentuale di astensionismo prevista per le presidenziali di domenica prossima c’è una mobilitazione comlpeta da parte di tutte le forze politiche.
Domenica scorsa, dai rispettivi palchi, sia Hollande che Sarkozy invitavano ripetutamente il pubblico a recarsi alle urne.
A rafforzare il messaggio, ci sono delle campagne pubblicitarie che catturano facilmente l’attenzione.
Sono organizzate da una specifica associazione conto l’astensionismo (AACC).
Ecco qualche immagine delle diverse campagne che si trovano in giro per le città francesi o sui quotidiani:

Troppo_giovane“Io sono troppo giovane per votare. E tu? Tu sei troppo cosa?”

“Astenermi (dal voto) non ha reso migliore la mia vita”

Inoltre è molto pubblicizzato il voto per procura.
Se non si è vicini al seggio elettorale durante le date delle votazioni, sia per ragioni di salute che per un semplice viaggio, è possibile indicare una persona di fiducia che voti in propria vece.

Ecco la pagina ufficiale del ministero dell’interno: il voto per procura.

Hollande vs Sarkozy. Qualche numero.

Qualche numero sulle due grandi manifestazioni di oggi con i comizi di Hollande e Sarkozy a Parigi:

Presenze in piazza dichiarate durante i comizi:

  • Hollande: 100.000 (in realtà erano molti meno, credo 30.000)
  • Sarkozy: 170.000 (ma sembrerebbe che la piazza non fosse gremita e possa accogliere non più di 40.000 persone)

Ore 23 – Visualizzazioni integrali dei 2 discorsi:

  • Hollande è a quota 6.143 su Dailymotion (è embeddato sul sito ufficiale di Hollande)
  • Sarkozy 303 su youtube (ma al solito sembra un contatore bloccato) e 1.281 su Dailymotion

Durata dei discorsi:

  • Sarkozy 40′
  • Hollande 58′

Visualizzazioni contemporanee su DailyMotion durante la diretta: 15000 per Sarkozy, 25000 per Hollande

Su twitter invece Sarkozy è piu’ citato fino a poco prima dell’inizio dei comizi.
Ma non è necessariamente un bene.